Articolazione Conduzione del Mezzo Navale (CMN)

immagine nel testo

Nell’articolazione "Conduzione del mezzo navale", vengono acquisite e approfondite le competenze relative alle modalità di conduzione dei mezzi navali e all’organizzazione del viaggio attraverso le tecnologie e i metodi più moderni.

Si imparerà tutto ciò che ruota intorno al concetto di "nave": dalla definizione di  imbarcazione” alla stabilità e, quindi, a capire com’è possibile effettuare qualsiasi tipo di operazione.

Oggetto di studio saranno: l’imbarco e lo sbarco delle merci, le normative internazionali sulla sicurezza, i sistemi di bordo, la navigazione, i problemi più comuni della strumentazione.

Un’attenzione particolare sarà rivolta alla salvaguardia della sicurezza dei passeggeri e delle merci, ai costi di trasporto ed all’impatto ambientale.

Dopo il conseguimento del diploma, lo studente potrà avviarsi alle seguenti carriere:

  • Ufficiale della Marina Mercantile
  • Responsabile di gestione dell’impresa marittima

Inoltre potrà aspirare alla carriera militare attraverso l’ingresso in Accademia Militare (previo superamento di un concorso pubblico)

Oppure, si potranno costruire solide basi per proseguire negli studi universitari, cosí come accade per il 30% dei nostri studenti.

Scarica qui il Piano di Studi Conduzione del Mezzo Navale

immagine nel testo

In particolare le competenze del Diplomato in Conduzione del Mezzo navale saranno:

  • competenze tecniche specifiche e metodi di lavoro funzionali allo svolgimento delle attività inerenti la progettazione, la realizzazione, il mantenimento in efficienza dei mezzi e degli impianti relativi, nonché l’organizzazione di servizi logistici;
  • operare nell’ambito dell’area Logistica, nel campo delle infrastrutture, delle modalità di gestione del traffico e relativa assistenza, delle procedure di spostamento e trasporto, della conduzione del mezzo in rapporto alla tipologia d’interesse, della gestione dell’impresa di trasporti e della logistica nelle sue diverse componenti: corrieri, vettori, operatori di nodo e intermediari logistici;

È sarà in grado di:

  • integrare le conoscenze fondamentali relative alle tipologie, strutture e componenti dei mezzi, allo scopo di garantire il mantenimento delle condizioni di esercizio richieste dalle norme vigenti in materia di trasporto;
  • intervenire autonomamente nel controllo, nelle regolazioni e riparazioni dei sistemi di bordo;
  • collaborare nella pianificazione e nell’organizzazione dei servizi;
  • applicare le tecnologie per l’ammodernamento dei processi produttivi, rispetto ai quali è in grado di contribuire all’innovazione e all’adeguamento tecnologico e organizzativo dell’impresa;
  • agire, relativamente alle tipologie di intervento, nell’applicazione delle normative nazionali, comunitarie ed internazionali per la sicurezza dei mezzi, del trasporto delle merci, dei servizi e del lavoro;
  • collaborare nel valutare l'impatto ambientale, nella salvaguardia dell’ambiente e nell’utilizzazione razionale dell’energia.

A conclusione del percorso quinquennale, il diplomato nell’articolazione conseguirà i risultati di apprendimento di seguito specificati in termini di competenze:

  1. Identificare, descrivere e comparare le tipologie e funzioni dei vari mezzi e sistemi di trasporto;
  2. Controllare e gestire il funzionamento dei diversi componenti di uno specifico mezzo di trasporto e intervenire in fase di programmazione della manutenzione;
  3. Interagire con i sistemi di assistenza, sorveglianza e monitoraggio del traffico e relative comunicazioni nei vari tipi di trasporto;
  4. Gestire in modo appropriato gli spazi a bordo e organizzare i servizi di carico e scarico, di sistemazione delle merci e dei passeggeri;
  5. Gestire l’attività di trasporto tenendo conto delle interazioni con l’ambiente esterno (fisico e delle condizioni meteorologiche) in cui viene espletata;
  6. Organizzare il trasporto in relazione alle motivazioni del viaggio ed alla sicurezza degli spostamenti;
  7. Cooperare nelle attività di piattaforma per la gestione delle merci, dei servizi tecnici e dei flussi passeggeri in partenza ed in arrivo;
  8. Operare nel sistema qualità nel rispetto delle normative sulla sicurezza;